[ ↓ skip to navigation ↓ ]

Per i gattini escursioni brevi

I gatti che hanno accesso a grandi spazi aperti vivono esperienze entusiasmanti, ma vanno anche incontro a molti rischi: traffico, cani, altri gatti, pulci o malattie spiacevoli... e la lista potrebbe continuare. La decisione di lasciarlo gironzolare può rivelarsi un'esperienza spiacevole e snervante. Fortunatamente, esistono alcuni accorgimenti  che vi aiuteranno a proteggere il vostro amico a quattro zampe.

 

Quando?

È conveniente non lasciare che un gattino stia a contatto con altri gatti fuori casa finché non è vaccinato. Sarebbe poi meglio farlo sterilizzare prima di lasciarlo uscire di casa. I maschi non  sterilizzati tendono ad allontanarsi di più e a litigare con altri gatti. Di solito le risse tra gatti finiscono a morsi, e i morsi tendono a degenerare in ascessi o addirittura in malattie virali. Quando avrà completato il ciclo di vaccinazioni e sarà stato sterilizzato, il vostro beniamino avrà circa 6 mesi e sarà molto più capace di badare a se stesso.

 

Ogni cosa a suo tempo

È molto meglio lasciar uscire di casa il gatto di giorno: di sera, la ridotta visibilità aumenta il rischio che rimanga coinvolto in un incidente stradale. Se possibile, nelle settimane precedenti all'inizio delle sue scorribande, anziché lasciargli sempre cibo "a buffet", adottate degli orari fissi per i pasti e lasciatelo uscire poco prima dell'ora prefissata. La fame lo invoglierà a tornare per mettere qualcosa sotto i denti. Potete poi abituare il vostro gatto ad associare un suono - un campanellino, un clicker, o il rumore delle chiavi - con l'arrivo della pappa o di un regalino appetitoso. Il suono indicherà al vostro amico a quattro zampe che si avvicina un buon bocconcino. Molti gatti si precipitano già solo se vi sentono agitare la borsa dei croccantini! Lasciare il cibo fuori casa a volte funziona, ma non sempre: l'odore del cibo potrebbe attrarre altri gatti del vicinato, facendo passare al vostro la voglia di tornare a casa.

 

Precauzioni

Un collare munito di campanellino riduce drasticamente le sue possibilità di catturare uccellini e vi permetterà di sapere quando si trova nei paraggi. Il micro-chip moltiplica le probabilità che il vostro gatto vi venga restituito in caso di smarrimento. Vi sono poi varie organizzazioni che registrano i vostri dati di contatto e vi forniscono una targhetta da inserire sul collare del gatto con un codice. La targhetta rappresenta un valido metodo di identificazione e protegge i vostri dati personali. È già successo che il padrone di un gatto si rechi ad un appuntamento con il "benefattore" che ha ritrovato il suo gattino, mentre un complice di questi gli svaligia la casa.

Spargere nelle vicinanze della casa e del giardino indizi con l'odore del gatto di casa può indurlo a tornare. Peli, frammenti  della sua cesta o del contenuto della lettiera possono essere utilizzati in caso di emergenza se il vostro gatto manca da casa da troppo tempo.

 

Situazioni di allerta massima

Un trasloco di per sé rappresenta una situazione di grande stress: non vorrete certo perdere anche il gatto. Tenetelo in casa per almeno 2 settimane prima di lasciarlo uscire dalla casa nuova, e prendete in considerazione l'idea di utilizzare un diffusore  elettrico di feromoni per rafforzare il suo senso di sicurezza e relax nella nuova casa. Infine, tenete sempre a portata di mano una sua foto recente, in modo da poterla stampare sui volantini in caso si dovesse perdere.

 


[ ↑ skip to content ↑ ]