[ ↓ skip to navigation ↓ ]

La toelettatura del gattino

Guida alla toelettatura del vostro nuovo amico

Keeping your kitten well groomedI gattini sono estremamente esigenti in fatto di pulizia; imparano dalla loro mamma a pulirsi da sé, ma di tanto in tanto potrebbero aver bisogno di un aiutino da parte vostra. La toelettatura è un'ottima occasione per fargli un sacco di coccole che il gattino apprezzerà moltissimo. Se è a pelo lungo, ad esempio, dovrà essere pettinato tutti i giorni e poi spazzolato delicatamente, per evitare che il pelo si aggrovigli. Il veterinario sarà lieto di consigliarvi sui pettini e le spazzole più adatti per il pelo del vostro gattino.

Anche i gatti a pelo corto hanno bisogno di essere spazzolati ogni tanto: fatelo lentamente, dalla testa alla coda, con una spazzola morbida che rimuova i peli caduti.

In primavera (e, in grado minore, anche in estate e inverno) i gatti di solito fanno la muta del pelo. Se abituerete da subito il gattino a essere spazzolato, eviterete la formazione di pallottole di pelo nel suo stomaco che possono diventare una vera seccatura.

I gatti sono per natura meticolosamente attenti alla propria pulizia, quindi di solito non hanno bisogno di fare il bagno. Ma se per caso si sporca in maniera particolare, potrete fargli un bagnetto utilizzando dello shampoo delicato per gatti.

Una buona idea è maneggiare spesso il gattino durante la crescita, in modo che capisca che non c'è niente da temere. La toelettatura offre anche la possibilità di controllarlo: prestate attenzione specialmente ai denti e ai cuscinetti. Dovreste anche controllare con frequenza occhi e orecchie, cercando depositi di cerume o pus. In questo modo, quando sarà controllato dal veterinario, sarà meno probabile che si agiti.


Mantenere sana la bocca del gattino

Verso i quattro mesi d'età al vostro gattino inizierà a spuntare la dentatura definitiva, che sarà completa e del tutto sviluppata di norma al raggiungimento degli otto mesi. Un'efficace igiene orale è importante per i gatti tanto quanto lo è per l'uomo. È bene abituare il gattino a farsi pulire regolarmente i denti sin da piccolo, per prevenire problemi in futuro. Spazzolargli i denti almeno tre volte a settimana contribuirà a mantenere sani denti e gengive.

Presso il veterinario potrete acquistare dentifrici e spazzolini specifici per gatti e il veterinario stesso vi insegnerà come usarli nel modo migliore.

Che ci crediate o no, potrete fare in modo di rendere piacevole la pulizia dei denti: fate abituare il gattino a questa pratica iniziando col passare delicatamente un dito sui suoi dentini ogni giorno. Se si divincola, siate delicati ma decisi, e lodatelo quando vi lascia fare. Poi aggiungete del dentifricio sul dito, prima di iniziare a usare lo spazzolino speciale.

Potete anche utilizzare degli speciali croccantini fatti apposta per aiutare a mantenere pulita la dentatura del gattino. Esistono anche delle diete particolari come Hill's™ Science Plan Oral Care, studiate appositamente per mantenere puliti i denti dei gatti adulti.


Zampe e artigli

Nei suoi primi sei mesi di vita, le zampe e gli artigli del gattino non dovrebbero richiedere attenzioni particolari. Ma se lo abituate comunque a farsele toccare e controllare da voi quotidianamente, avrete meno problemi quando dovrete esaminargliele da grande. Gli artigli non dovrebbero neanche aver bisogno di essere accorciati, in questa fase: ci penserà il tiragraffi a tenerli in ordine eliminando lo strato corneo morto. L'utilizzo del tiragraffi fa parte anche del suo modo di marcare il territorio, oltre a essere un ottimo esercizio per le zampe e gli artigli.

[ ↑ skip to content ↑ ]