[ ↓ skip to navigation ↓ ]

Erba gatta mon amour

Erba gatta - Un'esperienza verde

L'erba gatta affascina in egual misura gatti e padroni. Esistono circa 250 specie diverse di Nepeta Cataria, ed è comunemente conosciuta come erba gatta o gattaria. L'erba gatta è usata come imbottitura di alcuni giocattoli per gatti, ma può anche essere comprata sciolta o coltivata in giardino. Certe varietà addirittura profumano di limone. In molti ricorrono all'erba gatta per invogliare il proprio gatto a usare determinati oggetti, specialmente i tiragraffi.

Reazione indotta

Non tutti i gatti reagiscono all'erba gatta: l'effetto è vincolato alla predisposizione genetica individuale. In Gran Bretagna, l'erba gatta fa effetto sull'80% circa dei gatti, mentre in Australia la maggior parte di essi non reagisce per niente in quanto discendono tutti da un piccolo gruppo genetico di gatti  non sensibili. Si è constatato, inoltre, che sui gattini in genere l'erba gatta non ha alcun effetto fino alle 6-8 settimane d'età, e solo verso le 12 settimane  reagiscono come i gatti adulti.

Frenesia felina!

I gatti sensibili all'erba gatta mostrano in genere un comportamento euforico, si rotolano, miagolano, fanno le fusa, si leccano i baffi e addirittura secernono saliva. Questa reazione intensa dura pochi minuti e di solito non si ripete prima di un paio d'ore circa. L'esposizione reiterata riduce la reazione all'erba gatta, pertanto il rischio di sviluppare assuefazione non sussiste. Alcuni esperti raccomandano di offrire erba gatta solo un paio di volte alla settimana, per fare in modo che il gatto non perda il piacere dell'esperienza.

Meraviglie della natura?

Normalmente i gatti non mangiano l'erba gatta, ma di frequente la masticano o la spremono contro la parte superiore della bocca. In questo modo si sprigionano gli oli contenenti il principio attivo, chiamato nepetalactone. Si pensa che i suoi effetti agiscano principalmente attraverso l'olfatto, e che tendano a diminuire nel tempo. Per questo motivo, si consiglia di tenere l'erba gatta nel congelatore fino al momento dell'uso.

Pollice verde

All'aperto, è frequente vedere gatti che masticano erba: un'esperienza che normalmente viene loro negata se rimangono in casa. L'erba gatta non ha alcun valore nutritivo e non è indispensabile per la vita dei gatti, tuttavia è  ampiamente dimostrato che a loro piace. Oltretutto, in questo modo non verrà loro in mente di mordicchiare le vostre piante, molte delle quali sono tossiche. I semi delle specie utili sono in vendita e possono essere piantati in casa. Le varietà più tenere, come la gramigna o l'avena, sono raccomandabili perché non fanno male e non si attaccano alla lingua. Il procedimento migliore consiste nel seminare ogni due-tre settimane, perché a quanto pare i gatti preferiscono i germogli teneri, che crescono più in fretta. Quando la piantina è alta circa 8-10 cm, sistematela vicino alle ciotole dell'acqua e della pappa, e lasciategli via libera. Alcuni gatti rigurgitano palle di pelo contenenti erba, ma niente paura: infatti, secondo alcuni, l'erba è utile per prevenire le ostruzioni intestinali e la formazione di bezoari.


[ ↑ skip to content ↑ ]