Sangue nelle feci del gatto: dovresti preoccuparti?

min tempo di lettura

Un gatto grigio con il petto bianco è seduto sulle ginocchia di una persona mentre osserva con attenzione qualcosa fuori campo

Trova l'alimento che soddisfa le esigenze del tuo animale.

Find a dog food that fits your pet’s needs

Find a cat food that fits your pet’s needs

Vedere del sangue nelle feci del proprio gatto suscita sempre preoccupazione. Dopotutto, è meglio che il sangue rimanga all'interno dell'organismo! Tuttavia, esistono numerosi motivi per cui potrebbe esserci sangue nelle feci del tuo gatto; alcuni di questi non sono preoccupanti, mentre altri possono essere molto gravi. Come si fa a individuare la causa e capire quando è il caso di portare il gatto dal veterinario? Vediamo alcune delle cause più comuni della presenza di sangue nelle feci dei gatti, insieme ad alcuni segni di problemi più gravi.

Le cause del sangue nelle feci dei gatti

Individuare il sangue nelle feci non è sempre così facile come potresti pensare. Il sangue fresco è facile da individuare, ma il sangue che fuoriesce in un tratto anteriore dell'intestino ha un colore molto più tendente al nero. Ciò dipende dal fatto che questo sangue è stato in parte digerito e ha pertanto cambiato colore. A ciò aggiungiamo il fatto che molti gatti, per la comodità dei loro proprietari, fanno i loro bisogni all'esterno, non in una lettiera. In questi casi può essere estremamente difficile persino accorgersi che un gatto ha un disturbo digestivo, finché non diventa palese che il micio è malato.

Di base, tutto ciò che infiamma o danneggia la sensibile mucosa intestinale può provocare sanguinamenti. Le cause più comuni del sangue nelle feci di un gatto sono:

  • Parassiti. È una buona idea somministrare regolarmente al tuo gatto i trattamenti contro i vermi. I gatti che cacciano e mangiano le loro prede potrebbero avere bisogno di trattamenti più frequenti. Tuttavia, anche i gatti che non cacciano possono sviluppare i vermi.

  • Diarrea. In molti casi, la diarrea passa nel giro di un giorno o due. Se persiste, tuttavia, potrebbe portare a perdite di sangue.

  • Colite. Questa infiammazione dell'intestino crasso spesso causa fuoriuscite di sangue fresco, di colore rosso vivo, e produzione di muco.

  • Enteropatie croniche. Tra queste troviamo diverse condizioni, come l'enteropatia responsiva alla dieta (food-responsive enteropathy, FRE), l'enteropatia responsiva agli antibiotici (antibiotic-responsive enteropathy, AFR) e l'enteropatia responsiva agli steroidi (steroid-responsive enteropathy, SRE).

  • Reazioni alimentari avverse. Tra queste troviamo allergie e intolleranze alimentari.

  • Tumori o polipi nell'intestino.

  • Veleni. Alcuni veleni, come il veleno per topi, possono provocare emorragie in tutto il corpo, incluso l'intestino.

  • Infezioni batteriche o virali.

  • Stress. Vivere con altri gatti, o persino vivere in un quartiere in cui ci sono altri gatti, può provocare stress nei mici. I gatti sono creature discrete e possono nasconderlo bene.

Quando preoccuparsi

Conosci il tuo gatto meglio di chiunque altro, ma più impari a riconoscere ciò che è la normalità per il tuo micio e prima individuerai eventuali cambiamenti. I proprietari migliori sono quelli che osservano di più. 

Ovviamente, se il tuo gatto usa la lettiera dovrebbe essere facile individuare eventuali alterazioni nelle sue feci, o notare se si sforza o piange. Se esce all'esterno, prova a farti un'idea della sua normale routine; quanto spesso esce? Lo fa sempre dopo i pasti? Mangia e beve normalmente?

Molti disturbi digestivi si risolvono da soli o possono anche passare inosservati, ma ci sono casi in cui dovresti assolutamente chiedere il parere di un veterinario.

  • Il tuo gatto ti sembra spento? Se il tuo gatto smette di mangiare o mangia di meno, ha perso peso, è letargico o beve più del solito, devi sempre rivolgerti al veterinario. Questi sono spesso i primi segnali di molti problemi diversi, tra cui gravi disturbi digestivi.

  • Se il tuo gatto manifesta una diarrea grave e acquosa, con o senza sangue, e soprattutto se vomita, chiedi aiuto. La perdita di liquidi dovuta a vomito e diarrea può causare rapidamente disidratazione e perdita di importanti minerali.

  • Il tuo gatto si sforza per andare al bagno. Ciò può essere segno di stitichezza, colite o di un corpo estraneo nell'intestino, ma anche di un'ostruzione della vescica, che rappresenta un'emergenza medica. Se il tuo gatto si sforza per andare in bagno, rivolgiti al veterinario il prima possibile.

  • Disturbi persistenti. Anche se il tuo gatto ti sembra sveglio e mangia, se un disturbo digestivo di qualsiasi tipo dovesse persistere per più di 48 ore, sarebbe meglio fare un controllo.

Se deciderai di andare dal veterinario, prova a raccogliere un campione di feci, se possibile. Il veterinario potrebbe testarlo per individuare eventuali parassiti, infezioni e sangue. Il veterinario potrebbe anche sottoporre il gatto a esami del sangue, a una radiografia o a un'ecografia. 

Spesso basta assumere un alimento altamente digeribile (e a volte dei farmaci) per alcuni giorni per riportare tutto alla normalità. Comunque, prima individuerai le cause e meglio sarà. Ricorda inoltre che i veterinari sono sempre disponibili ad aiutare te e i tuoi animali. Non avere paura di stare esagerando: i veterinari preferiscono sempre prevenire che curare.

Controllato e corretto dal Dottor Hein Meyer, DVM, PhD, Dipl-ECVIM-CA