Alimenti per gatti dallo svezzamento alla terza età: la nutrizione giusta per ogni fase della vita

Pubblicato da
' Tempo di lettura

L’età del tuo amico felino è un elemento da considerare per scegliere l’alimentazione adatta a lui, che sia un gattino o un anziano micione. Un alimento che gli fornisca la nutrizione ottimale di cui ha bisogno nelle diverse fasi della vita può aiutarlo a vivere una vita lunga e in salute.

Kitten eats food from a plate.

Prima di acquistare un alimento per gatti, controlla sulla confezione se è destinato alla fascia di età del tuo animale. Poiché le esigenze nutrizionali del gatto cambiano nel corso degli anni, è importante scegliere un alimento corrispondente al fabbisogno energetico, al tasso metabolico e ad altri bisogni essenziali specifici della sua età. Le etichette dei prodotti sono gremite di informazioni e a volte difficili da decifrare, perciò è importante sapere cosa serve al tuo gatto e perché.

Secondo la classificazione dell’American Animal Hospital Association (Associazione americana delle cliniche veterinarie), la vita del gatto comprende sei fasi identificabili, ciascuna delle quali richiede un particolare tipo di nutrizione.

Gattini neonati (dalla nascita a 4 mesi)

I gattini neonati rimangono con la madre per le prime 8 settimane circa, e il latte materno li aiuta a crescere e a combattere le malattie grazie a un sistema immunitario appositamente strutturato. Durante questo periodo non fanno molto altro che nutrirsi e dormire.

A 8-9 settimane di vita i gattini sono pronti per essere svezzati e accolti in una nuova casa. Quando il tuo nuovo gattino sarà svezzato e pronto per venire a casa con te, scoprirai subito la sua incredibile energia e gioia di vivere. In questa fase, la sua routine è schematica: mangia, dorme, corre in giro come un matto, e ricomincia da capo. I gattini hanno bisogno della nutrizione giusta per conservare tutta la loro energia.

Una volta svezzati dal latte materno o di sostituzione devono ricevere un alimento specifico che contenga acidi grassi come il DHA (una fonte comune di questo principio nutritivo è l’olio di pesce), acido folico e taurina, un aminoacido che favorisce il sano sviluppo dell’apparato digerente e del sistema immunitario, della funzionalità cardiaca e della vista. Le proteine sono un’altra componente essenziale dell’alimento per gattini e provengono da diverse fonti, come la carne e i cereali. I gattini crescono a una velocità impressionante (questa fase equivale ai primi dieci anni di vita di un essere umano) e hanno bisogno di energia per far fronte a un tale ritmo di crescita. È importante che i principi nutritivi siano sempre presenti nella giusta quantità per mantenere il gattino in salute durante la crescita. Oltre alla nutrizione, bisogna ricordare le altre possibilità di prendersi cura del proprio gattino.

Gatti giovani (7 mesi-2 anni) e giovani adulti (3-6 anni)

Non stupirti se il comportamento del tuo amico a quattro zampe cambia con l’avvicinarsi dell’anno di età. Sta iniziando l’adolescenza che lo porterà poi all’età adulta, due fasi della vita che corrispondono ai nostri 12-27 anni (gatti giovani) e 28-40 anni (gatti giovani adulti).

Tecnicamente il gatto è considerato adulto a un anno e fino ai sei anni, ma l’età non è sempre un fattore determinante rispetto al suo livello di attività. Molti gatti sono estremamente vivaci fino a oltre 10 anni. Per questo motivo, uno degli elementi da prendere in considerazione nell’alimentazione di un gatto adulto è il livello di attività. Un micio medio avrà bisogno di una quantità di alimento sufficiente come “mantenimento” della sua energia per le attività quotidiane, ma se il tuo gatto è molto attivo e passa ore a saltare e correre per casa, avrà bisogno di qualche caloria in più. Se invece adora sonnecchiare al sole tutto il giorno, avrà bisogno di pasti attentamente dosati per mantenersi in forma. Parla delle abitudini e dell’attività del tuo gatto con il tuo veterinario, che ti aiuterà a determinare se ha bisogno di più o meno calorie.

I gatti adulti hanno bisogno di un apporto corretto di grassi e proteine, e di altri principi nutritivi come la taurina. Considera la linea di alimenti per gatti Hill’s SCIENCE PLAN. Questa gamma di prodotti, dagli alimenti per gattini a quelli per gatti anziani, offre una nutrizione bilanciata con una varietà di opzioni per gatti adulti di diversa età, taglia e livello di attività, e include formule per aiutare a ridurre i boli di pelo, per stomaci sensibili e per la gestione del peso.

 

Tabby cat lays on human's lap while being pet.

Gatti maturi (7-10 anni) e gatti anziani (11-14 anni)

I gatti di queste due categorie si trovano nelle fasi intermedie della vita. Tradotta in termini umani, la loro età corrisponde alla fascia tra 40 e 70 anni. Anche se il tuo gatto non attraverserà (necessariamente) una crisi di mezza età, potrebbe diventare più schizzinoso rispetto al cibo e dovrai fare in modo da offrirgli la nutrizione di cui ha bisogno oltre a tenerlo correttamente idratato. Assicurati che il tuo gatto abbia sempre a disposizione acqua pulita e fresca.

Questo è anche un momento in cui le esigenze nutrizionali del gatto cambiano, a causa di patologie o semplicemente dell’età. In alcuni casi, l’eccesso o la carenza di qualunque ingrediente può influire negativamente sulla salute. In queste fasi è bene tenere sotto controllo il peso del gatto perché il suo livello di attività potrebbe diminuire, con un conseguente rischio di obesità. Evita gli alimenti ad alto contenuto calorico pensati per i gattini e cerca invece alimenti formulati tenendo conto delle esigenze di un gatto che invecchia, come l’alimento per gatti SCIENCE PLAN Senior Vitality. Vigilare sull’apporto calorico non solo aiuta il gatto a mantenere un peso corretto, ma riduce il rischio di patologie quali nefropatie, alcune forme tumorali e osteoartrite.

Gatti anziani (da 15 anni in su)

Nei suoi anni d’oro, il tuo micio potrebbe iniziare a richiederti più attenzione e diventare più affettuoso e meno attivo. Il suo comportamento cambia, e cambiano anche le sue esigenze alimentari.

Come gli alimenti per gatti adulti, quelli per gatti anziani dovrebbero essere a basso contenuto calorico e di fibre. Un altro aspetto a cui fare attenzione nel caso dei gatti anziani è che non siano sottopeso. Gli alimenti per gatti Hill’s SCIENCE PLAN Senior 11+ sono formulati con ingredienti correttamente bilanciati per i gatti anziani, con il beneficio aggiuntivo degli antiossidanti che li aiutano a mantenersi sani durante l’invecchiamento.

La gamma include alimenti umidi e secchi: entrambi i formati offrono al tuo gatto tutti gli ingredienti necessari, ma ciascuno ha i suoi vantaggi e svantaggi. I gatti anziani spesso hanno denti consumati o mancanti, quindi potrebbero preferire un alimento più morbido. Alcuni proprietari provano ad abbinare i due formati oppure aggiungono un po’ di alimento umido, o anche solo acqua, alle crocchette. Sicuramente il tuo gatto ti farà capire le sue preferenze e troverete insieme la soluzione perfetta.

Come si inseriscono gli snack nella dieta di un gatto? In un solo modo: come premi. “Offrire al gatto uno snack ogni tanto non è dannoso per la sua salute, ma in genere gli snack non costituiscono una fonte completa e bilanciata di nutrimento, e dovrebbero essere somministrati solo occasionalmente”, spiega il College of Veterinary Medicine della Cornell University. Ancora secondo la Cornell University, bisogna anche evitare di somministrare al gatto carne cruda (comporta un rischio di toxoplasmosi e malattie infettive), pesce in scatola (rischio di malattie neurologiche) e latte (molti gatti non digeriscono i prodotti caseari).

Oltre a un’alimentazione ricca di principi nutritivi, il tuo gatto ha bisogno di una corretta idratazione per mantenersi sano. Questo vale particolarmente per i gatti anziani, per i quali la disidratazione può essere un effetto collaterale di alcune patologie.

Esistono ovviamente eccezioni per ogni fase della vita del gatto. In caso di problemi medici o di altra natura, rivolgiti sempre al veterinario. Il veterinario può anche aiutarti a stabilire il miglior programma alimentare per il tuo gatto, le quantità da somministrare in ciascuna fase della vita e la scansione dei pasti nell’arco della giornata. Scegliere la migliore alimentazione per il tuo migliore amico lo aiuterà a rimanere in buona salute, che sia giovane di età o anche solo di spirito. 

Contributor Bio

Christine O'Brien

Christine O'Brien

Christine O’Brien è scrittrice, mamma e da tanti anni proprietaria di gatti: i suoi due Blu di Russia sono i veri padroni della casa. I suoi articoli su animali domestici, gravidanza e vita in famiglia sono pubblicati anche su Care.com, What to Expect e Fit Pregnancy. La trovi e puoi seguirla su Instagram e Twitter @brovelliobrien.

Articoli Correlati

  • Come capire se il gatto ha la febbre

    Ti stai chiedendo se il tuo gatto ha la febbre, ma non sai quali sono i sintomi? Leggi l’articolo e scopri di più!
  • L'alimentazione del gattino

    Quando portate il micetto a casa per la prima volta, è meglio continuare a dargli il cibo a cui è già abituato.
  • I pasti del gattino: come e quando?

    È importante dare al vostro gattino la giusta quantità di cibo e con gli intervalli giusti, ma può rivelarsi complicato: le necessità alimentari possono variare molto da un gattino all'altro.
  • Come e quando nutrire il tuo gatto anziano?

    Cat eating stew E' molto importante nutrire il tuo gatto anziano con la giusta razione di cibo e nell'arco della giornata, ma non è facile - le esigenze alimentari variano notevolemente da un gatto all'altro.

Prodotti Correlati

Related products