10 consigli per fare in modo che la sterilizzazione del tuo animale vada per il meglio

Pubblicato da Emma Milne
' Tempo di lettura

Se stai pensando di sterilizzare il tuo cane o gatto, potresti chiederti cosa comporta e come puoi rendere il processo il più semplice possibile. Se ti interessa, potrai trovare anche altri articoli sui vantaggi della sterilizzazione di gatti e cani e sui cambiamenti che potresti notare in seguito all'intervento. Per ora vediamo cosa puoi fare per aiutarlo prima e dopo il giorno dell'operazione.

  • Parla con il tuo veterinario. Accertati di comprendere esattamente cosa comporta e perché ti potrebbe venire richiesto di fare determinate cose.

  • Segui i consigli pre-operatori. Ti potrebbero dire di non alimentarlo dalla notte prima e di togliergli l'acqua dalla mattina dell'intervento. È importante per la sicurezza dell'anestesia, quindi accertati che gli alimenti siano fuori dalla sua portata. Non sentirti in colpa. È solo per una notte e quasi certamente per il suo bene.

  • Tieni il gatto in casa! Anche se il tuo gatto è sempre a casa al mattino, puoi scommettere che il giorno in cui avrai davvero bisogno che ci sia starà vagabondando per il vicinato. Potrebbe essere difficile tenerlo in casa, ma si devono annullare e rimandare moltissime sterilizzazioni di gatti perché sono usciti proprio nel momento sbagliato!

  • Giochi, coperte e comfort domestici. Chiedi al tuo veterinario se puoi portare con l'animale anche la sua cuccetta o il suo gioco preferito. L'odore di casa potrà aiutarlo a sentirsi più felice mentre è lontano da te.

  • Il collare della vergogna! Ti potrebbero chiedere di far indossare al tuo animale un collare chirurgico "elisabettiano". Si tratta di una situazione notoriamente spiacevole per chiunque la viva, ma i pochi giorni in cui è necessario farlo sono ben poca cosa in confronto a una ferita addominale che si riapre e a tutte le complicazioni del caso, oltre alle spese aggiuntive che l'accompagnano. 

  • Attività fisica. Ti potrebbero dire di tenere il gatto in casa per una o più notti dopo l'operazione; il tuo cane, invece, potrebbe non poter fare a meno del guinzaglio per un paio di settimane. Pur trattandosi di un'operazione di routine, la sterilizzazione delle gatte è comunque un intervento addominale piuttosto invasivo anche se svolto in laparoscopia. Segui questi consigli per aiutare il tuo animale a guarire correttamente: prima si riprenderà, prima tornerà a correre nel parco.

  • Recati dal veterinario per i controlli dopo l'intervento: sono importanti per individuare eventuali problemi legati alla ferita o segni d'infezione.

  • Somministra i farmaci che ti vengono forniti. Dopo l'intervento potrebbero darti degli antidolorifici per il tuo animale. Il tuo veterinario proverà a fare in modo che la somministrazione sia la più semplice possibile. Fai del tuo meglio perché cani e gatti che non avvertono dolore si riprenderanno molto più rapidamente di quelli che non riescono a muoversi o a mangiare.

  • Preparati a vedere gli altri animali comportarsi diversamente. Se hai altri animali in casa, talvolta agiranno diversamente quando l'altro animale torna a casa. L'ambiente del veterinario può lasciargli un odore strano e il collare può spaventare gli altri animali. Dopo un paio di giorni al massimo torneranno a essere amici. Non forzarli. 

  • Parla con il tuo veterinario dell'alimentazione. Il tuo animale potrebbe avere bisogno di alimenti speciali e facilmente digeribili per la notte dell'intervento. Più a lungo termine, potrebbe essere necessario cambiare l'alimentazione di gatti o cani sterilizzati. Non modificare l'alimentazione del tuo animale senza prima parlarne con il veterinario, in particolare se è ancora in fase di crescita.

Per un proprietario è assolutamente normale sentirsi in colpa nello sterilizzare il proprio animale. Immagina quanto mi sia sentita in colpa quando ho castrato entrambi i miei splendidi cani, Pan e Badger! L'importante è ricordare che presto passerà e i benefici sia per te che per i tuoi animali sono numerosi.

Contributor Bio

Emma Milne

Emma Milne

 

La dottoressa Emma Milne è diventata veterinaria nel 1996. Ha lavorato per 12 anni in un piccolo ambulatorio e per sette anni come consulente nutrizionale. È molto nota per il suo impegno volto a garantire il benessere degli animali e ha scritto dieci libri sugli animali domestici.

 

Articoli correlati

Prodotti correlati