Hill's Logo

Uva e uvetta fanno male al cane?

Pubblicato da
min tempo di lettura

Trova l'alimento che soddisfa le esigenze del tuo animale.

Find a dog food that fits your pet’s needs

Find a cat food that fits your pet’s needs

In qualità di proprietario di un animale domestico, potresti aver sentito dire che l'uva è vietata per i tuoi amici pelosi. È vero! Sebbene l'uva sia uno snack sano e delizioso per gli esseri umani, l'uva e il suo derivato essiccato, l'uvetta, sono proibite per i cani. Ma perché l'uva fa male ai cani? Scopri di più sul perché l'uva può nuocere ai membri pelosi della tua famiglia.

Perché l'uva fa male ai cani?

Secondo il sito specializzato Petyoo, la tossicità dell’uva potrebbe causare un’insufficienza renale. Infatti, i cani che hanno mangiato uva o uvetta sono a rischio di insufficienza renale totale entro 48-72 ore dall'ingestione del frutto proibito.

Giovane donna con Siberian Husky rosso

Si ritiene che più l'uva è scura, più è probabile che sia tossica. A causa del ridotto contenuto di acqua e della concentrazione degli ingredienti rimanenti, l'uvetta rappresenta un rischio considerevolmente maggiore per i cani. Non è stata ancora determinata una formula esatta di quanta uva per chilo di peso corporeo è fatale per i cani, ma è stato calcolato che la dose minima di uva che può indurre insufficienza renale in un cane di taglia piccola (8 kg) è di 4 o 5 acini di uva fresca, secondo il sito specializzato Kodami.

Il mio cane ha ingerito dell'uva: quali sintomi potrebbero verificarsi?

I sintomi da intossicazione a causa dell'uva iniziano a comparire 6 ore dopo che la frutta è stata ingerita e mai dopo che sono passate 24 ore, secondo il sito specializzato Animalpedia. I segni clinici che potrebbero verificarsi dopo che un cane ha mangiato l'uva includono:

  • Vomito
  • Diarrea
  • Estrema agitazione nelle prime fasi
  • Letargia con il passare del tempo
  • Anoressia
  • Dolore addominale
  • Debolezza
  • Disidratazione
  • Aumento della minzione nelle prime fasi
  • Tremori
  • Assenza di minzione man mano che la funzione renale si arresta

Tutti i cani sono soggetti alla tossicosi da uva e uvetta, che siano maschi o femmine, sterilizzati o non, chihuahua o alani, cuccioli o cani anziani. L'ingestione di poca uvetta può essere mortale a seconda della grandezza del cane e di altri fattori, molti dei quali ignoti. I cani con una funzione renale compromessa sono maggiormente a rischio di tossicità da uva e uvetta.

Con quale urgenza devo rivolgermi al veterinario?

L'ingestione di uva o uvetta nei cani è un'emergenza che richiede un intervento veterinario immediato. Se l'ingestione dell'uva si è verificata nell'ultima ora, il veterinario tenterà probabilmente di indurre il vomito per eliminare l'uva dall'organismo. Se il recupero dell'uva tramite il vomito non riesce o se sono trascorse diverse ore dall'ingestione del frutto, il veterinario probabilmente raccomanderà il ricovero per la somministrazione di fluidi per via endovenosa e un attento monitoraggio dei parametri renali. Nella maggior parte dei casi, si consiglierà di tenerlo ricoverato per l'intero periodo ad alto rischio (ovvero circa 48-72 ore).

Bovaro del bernese seduto accanto a un uomo che guarda raccogliere uva in un vigneto.

Spesso la diagnosi comporta una storia o una prova di ingestione per valutare la tossicità dovuta a uva o uvetta. Segni clinici costanti sono preziosi indizi per consentire al tuo veterinario di valutare il livello di danno causato. È importante ricordare che la diagnosi potrebbe richiedere del tempo e che non esistono test specifici per confermare un avvelenamento da uva o uvetta. Esami del sangue di base e test urinari sono fondamentali per rivelare anomalie della funzionalità renale.

Prognosi dopo una tossicosi da uva/uvetta: Cosa aspettarsi

Dopo che il tuo cane tornerà a casa, ti potrebbero venire raccomandati test di laboratorio periodici per monitorare la funzione renale. Questi esami non sono invasivi e tipicamente consistono in analisi del sangue e/o delle urine. Potrebbe essere necessario un monitoraggio per diverse settimane, poiché la funzionalità renale richiede del tempo per tornare alla normalità.

I cani che non mostrano segni clinici potrebbero avere un'ottima prognosi se trattati precocemente. Tuttavia, la prognosi potrebbe essere incerta in caso di ritardi nel trattamento o se sussiste la possibilità di un'insufficienza renale. Potrebbero servire diversi giorni o settimane affinché la funzionalità renale torni normale; tuttavia, in alcuni casi la funzione dei reni potrebbe non riprendersi mai. Fortunatamente molti cani possono vivere vite felici anche con una ridotta funzionalità renale, con un cambiamento dell'alimentazione e l'aggiunta di integratori alla routine quotidiana. Se il tuo veterinario diagnostica una ridotta funzionalità renale nel tuo cane, ricorda di chiedergli di potenziali alimenti terapeutici con supporto renale per cani .

Autrice

Dott.ssa Laci Schaible

Dott.ssa Laci Schaible

La dottoressa Laci Schaible è una veterinaria per piccoli animali e scrittrice in ambito veterinario. Ha vinto numerosi premi per il suo impegno verso l'educazione dei proprietari di animali ed è considerata uno dei principali esperti nella telemedicina veterinaria.

 

Controllato e corretto dal Dottor Hein Meyer, DVM, PhD, Dipl-ECVIM-CA

Articoli correlati

Prodotti correlati