Variazioni di peso nei cani e nei gatti: potrebbe essere diabete?

Pubblicato da
min tempo di lettura

Molti proprietari si chiedono se il peso del proprio animale sia quello ideale o se sia troppo grasso, o eccessivamente magro. È un'informazione molto importante di cui disporre. L'obesità può accorciare la vita, causare malattie quali diabete e problemi articolari e incidere sulla qualità della vita del tuo animale, così come accade per noi. Generalmente è più preoccupante una magrezza eccessiva o un animale sottopeso. Pesando regolarmente il tuo cane o gatto potrai renderti conto di aumenti e riduzioni di peso e potrai correggere le porzioni, cambiare gli alimenti (parlando sempre con il veterinario prima di farlo) oppure, aspetto più importante, individuare malattie il più precocemente possibile. I disturbi tiroidei e il diabete sono due delle malattie che possono causare aumenti e perdite di peso. In questo articolo esamineremo il diabete. Puoi trovare maggiori informazioni sui problemi tiroidei qui.

Nel diabete i livelli di zuccheri nel sangue sono troppo elevati e le cellule del corpo che hanno bisogno di energia non riescono a ottenerla. Quando si tratta di diabete, cani e gatti tendono a essere piuttosto diversi. Esaminiamo prima il caso dei gatti.

Il diabete nei gatti.

Il diabete nei gatti è molto più comune negli animali obesi e anziani. Il pancreas produce un ormone chiamato insulina, che aiuta a trasportare gli zuccheri dal sangue nelle cellule. Nella maggior parte dei gatti diabetici il corpo produce una quantità di insulina sufficiente per iniziare il processo ma le cellule non rispondono normalmente e, di conseguenza, il glucosio nel sangue non riesce a entrare nelle cellule. Il pancreas prova a compensare il problema producendo maggiori quantità di insulina, ma finisce per sovraccaricarsi e i livelli di insulina scendono talmente tanto da peggiorare la situazione. Sebbene l'obesità sia la causa più comune del diabete nei gatti, può essere causato anche da malattie quali la sindrome di Cushing e l'acromegalia e da alcuni medicinali come progestinici e corticosteroidi. 

I segni più comuni del diabete sono sete e diuresi superiori alla norma e perdita di peso anche se il gatto potrebbe mangiare a sufficienza. Ciò spiega perché, anche se il gatto era inizialmente sovrappeso, inizia a dimagrire e potrebbe diventare eccessivamente magro in assenza di una diagnosi. Il veterinario dovrà svolgere una serie di esami del sangue per verificare se il gatto ha livelli di glicemia costantemente elevati. Potrebbe chiederti di svolgere anche dei test con una goccia di sangue a casa. Se riesci a farlo, è il modo migliore per avere la certezza dei risultati. I gatti tendono a stressarsi molto dal veterinario e questo potrebbe far innalzare falsamente i livelli di zucchero nel sangue. l test a casa saranno molto utili, ed effettuarli sarà più facile di quanto tu possa immaginare.

Per prima cosa, il veterinario vorrà probabilmente instaurare una terapia con insulina; è importante anche porre fine alla perdita di peso incontrollata. Dovrai iniettare l'insulina a casa. Molti proprietari sono preoccupati alla sola idea, ma prima di spaventarti parla con il tuo veterinario. Molti gatti tollerano benissimo l'iniezione. È molto importante anche cambiare l'alimentazione del gatto e passare a un alimento specifico per il diabete e/o la perdita di peso. Il tuo veterinario ti indicherà la giusta razione per interrompere la perdita di peso, se pericolosamente rapida, oppure - se il tuo gatto è stabile ma ancora sovrappeso - ridurre gradualmente il peso. La giusta alimentazione può talvolta fare persino regredire la malattia nei gatti.

Il diabete nei cani.

Nei cani il diabete tende a essere dovuto a una carente produzione di insulina. Ciò è solitamente causato dal fatto che il sistema immunitario, per motivi che spesso non conosciamo, inizia ad attaccare e distruggere le cellule che producono l'insulina. Oggi vediamo purtroppo anche molti cani con diabete correlato all'obesità poiché molti animali sono in sovrappeso.

I segni comuni, ovvero sete e minzione superiori al solito e perdita di peso, sono gli stessi nei cani e nei gatti. Anche loro avranno bisogno di esami del sangue e iniezioni di insulina per tenere sotto controllo la condizione. L'alimentazione è importante anche nei cani diabetici. Per i casi legati all'obesità, come nei gatti, potrebbe essere possibile far regredire la malattia. Sebbene ciò non valga per i cani con problemi immunitari, l'alimentazione può comunque aiutarli a rimanere stabili. Solitamente utilizziamo un alimento con un tenore più elevato di fibre per facilitare la digestione e controllare la quantità di glucosio o zucchero che entra nel flusso sanguigno. Non cambiare mai l'alimentazione del tuo cane senza parlare con il veterinario. Se il cane è sottopeso, il problema deve essere corretto prima di utilizzare un elevato quantitativo di fibre.

È importante?

Sì, lo è. L'iperglicemia, il termine medico per alti livelli di zucchero nel sangue, è molto pericolosa a lungo termine. Il diabete non trattato può portare diversi problemi medici e, soprattutto, la chetoacidosi diabetica o DKA. La DKA è un'emergenza medica e può causare vomito, disidratazione, collasso, coma e persino la morte.

Sebbene il diabete non possa essere curato, molti cani e gatti vivono bene con la terapia con insulina e un'alimentazione adeguata. Non preoccuparti delle iniezioni fino a quando non avrai provato. Il tuo veterinario saprà come aiutarti e molti animali non hanno problemi. Un impegno di squadra può spesso regalare molti anni in più con il tuo cane o gatto.

Autrice

Dr. Emma Milne

La dottoressa Emma Milne è diventata veterinaria nel 1996. Ha lavorato per 12 anni in un piccolo ambulatorio e per sette anni come consulente nutrizionale. È molto nota per il suo impegno volto a garantire il benessere degli animali e ha scritto dieci libri sugli animali domestici.

Articoli correlati

Prodotti correlati